20

Dic
2018

Anello del Monte Strega

Posted By : Mauro Ottaviani/ 148

Descrizione Il sentiero è stato segnalato dal comune di Sassoferrato con degli evidenti cartellini gialli con scritto BT (bike trekking) e relativa freccia.

€ 80

Una proposta facile per scoprire in due giorni il lago Trasimeno in bicicletta e i suoi borghi, che offrono al visitatore un’atmosfera unica. Lontano dal caos delle giornate estive, si possono ammirare in tranquillità bellissimi scorci sul lago e sulle colline circostanti ricoperte di boschi e uliveti, oppure visitare con calma i suoi borghi. Due giorni per rilassarsi, mangiare bene e sfuggire ai ritmi frenetici di tutti i giorni.

L’itinerario si sviluppa lungo le rive del lago, nella zona tra Passignano e Tuoro, sfruttando in parte il percorso ciclabile sterrato del Trasimeno e per il resto strade asfaltate secondarie e con poco traffico. E’ quasi completamente pianeggiante ed offre continui scorci sul lago. L’unico tratto in leggera ascesa è quello per raggiungere Punta Bella, da dove si può godere una magnifica vista sul lago.

Il giro del Lago Trasimeno in bicicletta non richiede allenamento particolare, ma solo una buona condizione fisica. Per chi non si dovesse comunque sentire in grado è possibile affittare le ebike.

  • Percorso: Passignano-Tuoro-Passignano
  • Km totali: 25 km
  • Dislivello complessivo: 150 m
  • Fondo: 50% asfalto – 50% sterrato

Primo giorno

Arrivo individuale a Passignano sul Trasimeno e primo pernottamento. Passignano è uno dei borghi più conosciuti e vivi del Lago Trasimeno, con la bellissima passeggiata lungolago, tanti locali, ristoranti e attività. Nel pomeriggio visita a Isola Maggiore.

Secondo giorno

Passignano-Tuoro-Passignano (25km)

Partirete da Passignano e costeggerete il lago seguendo il percorso ciclabile lungo le sue rive, lontani dal traffico per arrivare fino a Punta Bella, dove dopo poche centinaia di metri di salita tra gli ulivi potrete ammirare uno dei panorami più belli del Lago. Da qui si fa ritorno verso Passignano per strade secondarie, toccando il borgo di Tuoro. Possibilità di doccia in hotel. Termine dei servizi prima di pranzo.

COME ARRIVARE

In aereo

Aeroporto Internazionale dell’Umbria “San Francesco d’Assisi” Perugia – Sant’Egidio a 35 km da Passignano – Tel. +39 075 592 141 Biglietteria: Tel. +39 075 592 1432/3 – Fax +39 075 692 9562 www.airport.umbria.it

In treno

Potrete arrivare a Passignano sul Trasimeno direttamente in treno, con stazione proprio in centro. Orari e prezzi sui siti www.trenitalia.com.

In auto

In base alle località di partenza esistono vari itinerari per raggiungere velocemente Passignano.

Provenendo sia da Nord che da Sud (Milano, Firenze, Roma), la miglior uscita per Passignano sull’autostrada A1 è quella di Valdichiana, da dove si prosegue verso il lago Trasimeno sulla superstrada SS75bis, che vi condurrà a Passignano in circa mezz’ora. Percorrendo invece l’autostrada A14, per chi viene da nord il miglior modo per raggiungere Perugia è quello di lasciare l’autostrada all’uscita per Cesena e tramite la superstrada E45 raggiungere prima Città di Castello, poi Perugia e da qui Passignano. Per chi proviene da sud, l’uscita consigliata è Civitanova Marche, da dove si può utilizzare la nuova strada a scorrimento veloce SS77var fino Foligno e poi da qui proseguire per Perugia e ancora Passignano.

Da 80€ in hotel e agriturismo

Durata: 2 giorni – 1 notti

Difficoltà: ●◌◌◌◌

Tipologia vacanza: Self guided individuale

Partenze: ogni giorno dal 01/03 al 10/11

Bicicletta consigliata: Ibrida, ebike

 

La quota comprende

1 pernottamenti con colazione

Biglietto andata e ritorno per isola Maggiore

Road book e materiale informativo

Assicurazione

La quota non comprende

Tassa di soggiorno dove prevista

Ogni altra cosa non espressamente compresa

Supplementi

Noleggio bici con caschetto 25€

Noleggio ebike con caschetto 45€

Notte extra a Passignano

LE BIKE PARK ZONE:

 

Il Dolomiti Paganella Bike è composto da tre aree Bike Park:

FAI ZONE
la storica area di Fai della Paganella con i suoi 3 “technical trails” (Easy Rider, Arancia Meccanica ed Apocalypse Now) ed il flow trail “Peter Pan

MOLVENO ZONE
Due nuovi flow trails, (terminati a fine estate 2017) Big Hero e Blade Runner, sono i due flow trails più facili di tutta la bike area.

ANDALO ZONE
Tre nuovi flow trails, Willy Wonka terminato in autunno 2017, sarà ufficialmente aperto al pubblico il 2 giugno, Hustle&Flow (under costruction) sarà percorribile a metà estate, e Zanna Bianca (progetto) per fine estate 2018.

Le BP Zone si collegano tra loro con percorsi singletrails (condivisi/shared), generamente molto più adatti a bici da trail-allmountain ed enduro.

COSA INDOSSARE

 

Come in tutti gli sports, anche nell’ MTB Gravity è molto importante l’abbigliamento utilizzato, e per semplicità, in questa sezione, sarà diviso tra l’abbigliamento nelle Bike Park ZONE e l’abbigliamento da utilizzare sui percorsi Enduro / All Mountain. Raccomandiamo caldamente:

  • Casco integrale per offrire la massima protezione nelle aree bike park, mentre nelle aree condivise (enduro ed all mountain) consigliamo un casco enduro (aperto), che vi permetterà un maggiore contatto con la natura, la possibilità di relazionarvi meglio con gli altri fruitori per percorsi, ed un approccio meno “racing”
  • Maschera ed Occhiali: maschera nelle aree bike park ed occhiali avvolgenti negli altri casi, sono la scelta migliore per la protezione degli occhi da sporco, rami e altri ostacoli.  Tieni presente che se sei un neofito totale la maschera potrebbe essere d’impiccio, dato che a bassa velocità tende ad appannare
  • Gomitiere e ginocchiere: assolutamente necessarie, offrono protezione da impatto, taglio e graffi, proteggono i primi punti d’impatto a seguito di ogni genere di caduta.
  • Scarpe: la miglior scelta sono calzature specifiche, in alternativa una scarpa sportiva robusta è importante per gestire il terreno accidentato e gli impatti.
  • Pantaloncini e Jersey: pantaloni specifici e jersey manica lunga nel downhill,  mentre manica corta per traspirare meglio nell’enduro
  • Guanti dita lunghe: da usare sempre, sono generalmente il primo punto d’impatto
  • Pettorina: protezione per torace e schiena (spesso con gomitiere e spalle incorporate) nelle aree bike park, protezione schiena o zaino per l’uso enduro
  • Zaino: per l’uso Enduro / All Mountain, è sempre necessario, da preferire con sacca idrica e paraschiena, per portare con se agevolmente, attrezzi, acqua, cibo, k-way, mappe, ed indumenti vari

A sinistra abbigliamento “Downhill- Bike Park Zone” a destra abbigliamento “Enduro-Shared Trails”

CHE BICI USARE

 

 

All’interno dei trails del Dolomiti Paganella Bike sono consigliate due tipologie di bici, a seconda della destinazione d’uso.Nelle aree bike park, ad uso esclusivamente gravity, sono fortemente consigliate le bici da Downhill e Freeride.  Queste bici sono robuste, offrono potenti freni a disco, efficaci sospensioni da 180mm/200mm ed agevolano in modo esponenziale le possibilità ad affrontare in sicurezza i percorsi

Per l’accesso alle aree condivise (enduro – all mountain) sono consigliate le bici specifiche da Enduro All Mountain, che differiscono dalle bici downhill sostanzialmente per la possibilità d’essere agevolmente pedalate, in parte grazie al peso più ridotto, ma soprattutto grazie alle diverse geometrie che le rendono pedalabili, oltre ad altri accorgimenti quali reggisella telescopico, sospensioni più rigide etc.